sabato 28 maggio 2022

"DOCTOR SAFIM" IN BREVE:

1. LE CREDENZIALI: un progetto curato dalla Prof.ssa Tiziana Modena (UniPV)...
2. A COSA SERVE: aiuta a spiegare come assumere un farmaco...
3. PREVENIRE L'ERRORE D'USO PER EVITARE GRAVI CONSEGUENZE: gli errori sono spesso banali e prevenibili...
4. I SOGGETTI A RISCHIO: principalmente gli stranieri che vivono in Italia...
5. MODALITÀ OPERATIVE: occorre registrarsi...


1. LE CREDENZIALI...

> È un progetto a cura della Prof.ssa Tiziana Modena (Dipartimento di Scienze del Farmaco dell'Università di Pavia).

> Il sistema è basato sulla banca dati di Federfarma, con i farmaci classificati con codice AIC, principio attivo, nome del farmaco, ATC.

> Le integrazioni dei contenuti sono a cura del comitato scientifico e sono redatte e tradotte da medici e farmacisti madrelingua.

> Il Ministero della Salute ha recentemente divulgato le proprie "Raccomandazioni per la prevenzione degli errori in terapia con farmaci LASA".

2. A COSA SERVE...

> Aiuta l'operatore sanitario a spiegare ai propri pazienti e clienti come assumere un farmaco.

> Le frasi di raccomandazione sono tradotte in 18 lingue: Italiano, Albanese, Arabo, Ceco, Cinese, Farsi (Iraniano), Francese, Greco, Inglese, Moldavo, Portoghese, Romeno, Russo, Spagnolo, Tedesco, Ungherese, Wolof-Bagass, Bengali-Bangla. Le traduzioni sono a cura di medici e farmacisti di madrelingua e certificate.

> Le frasi sono affiancate da simboli grafici progettati ad-hoc per indicare con maggior chiarezza la modalità d'uso di ogni farmaco.

> L'operatore sanitario compila e stampa il foglio col consiglio sulle modalità d'uso e lo consegna al paziente.

3. PREVENIRE L'ERRORE D'USO PER EVITARE GRAVI CONSEGUENZE...

> Un errore nell'uso di un farmaco in ambito extraospedaliero può capitare a chiunque, può generare fallimenti terapeutici e avere conseguenze anche estremamente gravi, soprattutto quando sono coinvolti dei bambini. A causa di errori di questo tipo ogni giorno in Italia molte persone si allarmano, si rivolgono al medico o al pronto soccorso, devono essere ricoverate o curate...

> Gli errori avvengono spesso per cause relativamente banali. I dati delle ricerche indicano queste tipologie:

-- Scambio di farmaci diversi... 23%
-- Scambio di dosaggio / posologia...44%
-- Errore via di somministrazione...17%
-- Errore di preparazione...7%
-- Altri tipi di errore...9%

4. I SOGGETTI A RISCHIO...

> Tra i pazienti più esposti ad errori nell'uso dei farmaci particolare attenzione va rivolta agli stranieri, i quali riscontrano difficoltà linguistiche e/o culturali nell'interpretazione delle istruzioni ricevute (dal medico o dal farmacista) e delle scritte presenti nel foglio illustrativo.

> Nondimeno, sono altamente problematiche anche le difficoltà di utilizzo di certe forme farmaceutiche per loro non usuali, di complicato impiego e a volte non utilizzate nei Paesi di origine. In particolare, si è rilevata un'altissima incidenza di errori relativi alla VIA DI SOMMINISTRAZIONE, che sono causa del 63% degli errori d'uso.

> Non è meno rilevante porre l'attenzione sull'importanza che la corretta comprensione delle istruzioni d'uso ha per tutte quelle persone, molto spesso straniere, dedicate alla cura degli anziani e dei disabili: in queste situazioni la persona è attore primario e responsabile della corretta somministrazione di farmaci anche fondamentali per una popolazione di anziani e ammalati, per i quali un errore d'uso potrebbe avere conseguenza ancora più importanti.

5. MODALITÀ OPERATIVE...

Per fruire di questo servizio occorre essere registrati.

Per informazioni:

Dipartimendo di Scienze del Farmaco dell'Università di Pavia
Prof.ssa Tiziana Modena
Tel: +39 0382 987384
tiziana.modena@unipv.it

oppure

Y-TECH srl - Milano
Dr.ssa Barbara Caliari
Tel: +39 02 34533250
barbara.caliari@y-tech.it